Print Friendly, PDF & Email

mqev4y_z1Ultimamente ho comprato su Internet Bookshop questo libro e l’ho letto in due giorni. È in inglese e non esiste una traduzione italiana. È un romanzo scritto da Ann Leary, scrittrice americana, moglie dell’attore/produttore Denis Leary, il protagonista della serie televisiva Rescue Me, un telefilm che adoro ma che hanno trasmesso purtroppo alle 3 di notte su Italia Uno in questi ultimi due mesi. È grazie a questo telefilm che sono approdata sul sito di Ann Leary e ho cominciato a scrivere sul suo blog un paio di mesi fa. La cosa che mi ha colpita di più è che lei è molto socievole e ben disposta con tutti i suoi lettori, che cerca di conoscere, e non si innalza sul piedistallo come per dire “Io sono la moglie di Denis Leary”. Nel suo blog parla di tutto, dai suoi stati d’animo alla salute dei suoi cani, dai racconti della passerella ai Golden Globes, dove partecipa col marito, alla letteratura. Tutti i commenti di ogni genere sono benvenuti. Posta anche foto della sua famiglia, la sua casa, il marito, i cani e la natura che circonda la loro piccola fattoria nel Connecticut. Proprio una donna come tante, casa e famiglia.

Volevo parlare del suo romanzo. La storia è questa.

22315601Julia e Joe Ferraro vivono a Manhattan e finalmente lui ce l’ha fatta: è la star di una serie televisiva ed è appena stato nominato per i Golden Globes come migliore attore protagonista. Dopo molti anni sono riusciti a prendersi un appartamento al mare e i loro due bambini frequentano scuole private d’élite. Nonostante la fama del marito e la sua carriera come attore famoso, loro due sono ancora follemente innamorati. O almeno così pensa Julia fino a quando una sera ascolta accidentalmente la segreteria telefonica del cellulare di Joe – un messaggio lasciato da una donna dalla voce sensuale e con l’accento del sud, che chiaramente non è solo un’amica. Julia non dice nulla al marito e cade in preda alla disperazione, che la porta a continuare ad ascoltare i messaggi di Joe in segreto, a cercare notizie di lui e altre donne sul web, senza confrontarsi direttamente con lui. Julia si rende conto che in tanti anni di matrimonio e di supporto alla carriera del marito si è annullata completamente per lui diventando invisibile.

Quando Julia e Joe si incontrarono per la prima volta lei era una ragazza nervosa che scriveva recensioni musicali per il Village Voice e faceva party con gli amici in casa. Joe era un timido studente di teatro drammatico che la corteggiò come un cagnolino. Dopo averla conquistata Julia aiutò Joe a diventare famoso e lo seguiva nelle sue ossessioni per l’aspetto esteriore, i vestiti firmati, le palestre e i party chic. Lei nel frattempo, oltre che a supportare Joe, pensò soltanto ai figli, ad indossare abiti comodi e a frequentare le assemblee scolastiche.

Ora Julia si ritrova con un matrimonio che sta andando in rotoli mentre deve partecipare con il marito alla serata dei Golden Globes. Nel frattempo decide di migliorarsi, va a fare un lifting, si fa delle extensions e si compra della biancheria intima sexy. Decide infine di lasciare il marito e glie lo comunica la sera delle nominations a Los Angeles. Ma il romanzo finisce in modo ambiguo, non si capisce se alla fine i due decidano di continuare a stare insieme oppure Julia lo lascia definitivamente.

Il finale mi ha lasciata a bocca asciutta, dopo due giorni che lo leggevo per conoscere il finale. Ma forse è bello che ognuno tragga le proprie conclusioni. Io ho capito che lei lo ha perdonato e ha continuato a stare con lui nonostante tutto. Leggendo il romanzo appare una donna sì forte per la sopportazione, ma anche fragile e non penso che abbia mai lasciato il marito alla fine, vuoi per i figli, vuoi per tutta la routine e, soprattutto, per l’amore che li legava dopo tanti anni di matrimonio.

Un romanzo sul classico tema delle donne che cercano di non perdere se stesse con il matrimonio e la maternità, Outtakes from a Marriage è una critica alla mafia che si nasconde nelle scuole materne di Manhattan, il meccanismo di Hollywood e il ticchettio dell’orologio nell’attesa della passerella sul tappeto rosso.

Il romanzo è scritto con un linguaggio molto pulito e semplice e uno stile molto sobrio. Certo che le affinità tra la storia, i protagonisti Julia e Joe e tanti altri dettagli, fanno pensare ad un romanzo autobiografico e farebbero ricondurre Julia a Ann Leary e Joe a suo marito Denis Leary, ma Ann si difende dicendo che ha voluto prendere degli spunti dalla sua vita reale, dalle sue amicizie famose, per rendere più reale il romanzo ai suoi lettori. Autobiografico o no, leggendolo mi sembrava di vedere Ann nel personaggio di Julia e Denis nel personaggio di Joe, e comunque vale la pena leggerlo perchè riporta una critica al mondo delle celebrità americane di Hollywood e il modo in cui la fama cambia le persone, anche in ambito familiare.

Il mio giudizio sul romanzo è del tutto positivo, brava Ann!
 

Tags: , ,