Print Friendly, PDF & Email

Il Beowulf è un poema eroico, il più alto raggiungimento della letteratura inglese antica, il più antico poema epico europeo. Conservato in un unico manoscritto (Cotton Vitellio A XV) di c. 1000, tratta di eventi del sesto secolo e si pensa sia stato composto tra il 700 e 750. E non andò in stampa fino al 1815. Anche se in origine fu senza titolo, fu poi chiamato l’eroe scandinavo Beowulf, le cui gesta e il carattere di fornire il suo tema di collegamento. Non ci sono prove storiche sull’esistenza di Beowulf, ma alcuni personaggi, luoghi ed eventi in poesia possono essere storicamente accertati.

Il poema si divide in due parti. Si apre in Danimarca, dove il re Hrothgar la splendida sala di idromele, Heorot, viene devastata da 12 anni con visite notturne da un mostro del male, Grendel , che porta via guerrieri e li divora. Inaspettatamente, il giovane Beowulf, un principe dei Geati della Svezia meridionale, arriva con un piccolo gruppo di seguaci e si offre di liberare Heorot del suo mostro. Il Re si stupisce dell’eroe poco noto e audace, ma lo accoglie, e, dopo una serata di festa, molta cortesia, e qualche scortesia, il Re si ritira, lasciando Beowulf di guardia. Durante la notte, Grendel viene dalle lande, apre le porte pesanti e divora uno dei Geati a letto. Poi e alle prese con Beowulf, che con la sua forza gli strappa un braccio durante la lotta. Grendel se ne va, ferito a morte e senza il braccio urlante e arrabbiato.

Il giorno dopo è una gioia ad Heorot. Ma di notte come il sonno i guerrieri, la madre di Grendel viene a vendicare il figlio, uccidendo uno degli uomini di Hrothgar. Al mattino il suo Beowulf cerca nella sua caverna nella parte inferiore di una semplice e la uccide. Si taglia la testa dal cadavere di Grendel e torna al Heorot. I danesi gioire ancora una volta. Hrothgar fa un discorso d’addio sul carattere del vero eroe, come Beowulf, arricchito con onori e doni principeschi, torna a casa per Hygelac re dei Geati.

La seconda parte passa rapidamente sulla morte successiva re Hygelac in una battaglia (di record storico), la morte di suo figlio, Beowulf e la successione al regno e il suo governo pacifico di 50 anni.Ma ora una sputafuoco drago devasta il suo paese e il prode ma l’invecchiamento Beowulf si innesta.La lotta è lunga e terribile e doloroso contrasto alle battaglie della sua giovinezza. Doloroso, troppo, è l’abbandono dei suoi dipendenti, tranne per il suo giovane parente Wiglaf. Beowulf uccide il drago, ma viene ferito mortalmente. Il poema si conclude con i suoi riti funebri e un lamento.

Beowulf appartiene metricamente, stilisticamente e tematicamente al ereditato tradizione eroica germanica. Molti incidenti, come Beowulf strappato il braccio del mostro e la sua discesa nella mera, sono motivi familiari del folklore. I valori etici sono manifestamente il codice germanico di fedeltà al capo e tribù e la vendetta dei nemici. Eppure la poesia è così intriso di uno spirito cristiano che manca la triste fatalità di molti eddica fissa o le saghe islandesi . Beowulf stesso sembra più altruisti di altri eroi germanici o gli eroi della Iliade. È significativo che le sue tre battaglie non sono contro gli uomini, il che comporterebbe la ritorsione della vendetta di sangue , ma contro i mostri malvagi, nemici di tutta la comunità e di la civiltà stessa. Molti critici hanno visto la poesia come un’allegoria cristiana, con Beowulf il campione della bontà e della luce contro le forze del male e delle tenebre. La sua morte sacrificale non è visto come tragico, ma alla fine montaggio di vita è un bene (alcuni direbbero “troppo buono”) eroe.

Questo non vuol dire che Beowulf sia un poema ottimista. Il critico inglese JRR Tolkien suggerisce che il suo effetto complessivo è più simile a una lunga elegia lirica che un epica. Anche la prima, la sezione più felice in Danimarca è pieno di allusioni minacciose che sono state ben comprese dal pubblico contemporaneo. Così, dopo la morte di Grendel, il re Hrothgar sanguinely parla del futuro, che il pubblico sa che si concluderà con la distruzione della sua linea e la combustione di Heorot. Nella seconda parte il movimento è lento e funereo; scene della gioventù di Beowulf vengono riprodotti in tono minore come contrappunto alla sua ultima battaglia, e l’umore diventa sempre più cupo come ilwyrd (destino) che arriva a tutti gli uomini si chiude su di lui . John Gardner Grendel (1971) è una rivisitazione della storia dal punto di vista del mostro.

 

Tags: ,